Espanol
 
Francais
Italiano
 
Portugues
 
Türkçe
Image Alt

Liverpool English Centre

  /  Our Blog   /  La mia esperienza all’estero

La mia esperienza all’estero

We asked one of our students to share her experience in Liverpool.

“10 cose che ho imparato vivendo a Liverpool”

1. “Cogliere l’occasione!”.

Prima di partire per Liverpool ero molto incerta e impaurita ma, a distanza di tempo, posso dire che è stata una bella sfida ed un’ottima oppurtunità per la mia vita. Ho acquisito maggiore confidenza e sicurezza in me stessa; infatti, vivere in un Paese che non è il tuo, adattarsi ad un nuovo ambiente, costruirsi una propria routine, mi ha permesso di mettermi alla prova giorno per giorno e di riscoprire una “me” capace di affrontare piccole sfide che prima credevo impossibili. Oggi, non rinuncio a qualsiasi occasione che la vita mi riserva.

2. Il tempo a Liverpool è una barzelletta!

Non avevo mai provato la sensazione di svegliarmi con l’inverno, di ritrovarmi poco dopo in primavera e dopo poco ancora ( neanche il tempo di abituarti) catapultata di nuovo in autunno. Ebbene sì, il clima a Liverpool non è l’ideale, ma stranamente diventa anche questo “normale” e ti ritrovi ad indossare una t-shirt anche con 10°.

3. Più ti sforzi di pensare e di parlare in inglese, più facile diventa impararlo.

All’inizio ascoltare e parlare in inglese era un incubo. Quando ho deciso di iscrivermi ad un corso in una scuola qui a Liverpool, ero molto intimorita e mi sentivo un pesce fuor d’acqua. Avevo paura di esprimermi in una lingua non mia, anche perchè consapevole di commettere tanti errori; con il tempo, e con tanta pratica, senza accorgermene, è diventato molto più facile e meno stancante ascoltare ed avere una conversazione in inglese.

4. Ho imparato a gestire i miei soldi.

Vivere all’estero, infatti, mi ha reso più consapevole e responsabile nella gestione delle mie finanze. Ho iniziato a gestire il mio denaro al fine di poter permettermi tutte quelle che per me sono delle priorità.

5. Vivere all’estero mi ha insegnato anche che… 

… ciò che può sembrare facile da realizzare, può rivelarsi complesso: burocrazia, sapere quale bus prendere, trovare la parola giusta. I momenti di sconforto non sono mancati, ma poi ti armi di una pazienza che neanche pensavi di possedere ed accetti il fatto che chiedere aiuto non è solo inevitabile, ma anche bello.

6.Se ti trasferisci in Inghilterra devi assolutamente sapere cos’è la “politeness”.

Non è una diceria, i britannici sono veramente molto “polite”. Ho imparato a dire sorry, thank you e please almeno 10 volte al giorno.

7. Vivere a Liverpool mi ha permesso anche

… di venire a contatto con differenti culture e tradizioni e non c’è cosa migliore per “aprire la mente”. Oggi mi ritrovo ad avere una vasta cerchia di amici provenienti da ogni parte del mondo.

8. Si sa che imparare una nuova lingua non è sempre una passeggiata

…ma quando poi ti ritrovi a dover fare i conti con la lingua locale? Personalmente, lo Scouse (il dialetto del posto) è stato una bella doccia fredda, ma a distanza di un pò di tempo, non c’è sensazione più bella e soddisfacente quando riesci a capire e a partecipare ad una conversazione, seppur con il tuo “non accento scouse”.

9. Vivere lontanto dalla tua famiglia e dagli amici di sempre, può essere veramente dura;

tuttavia, la fiducia in te stesso che acquisisci vivendo all’estero, mi ha consentito di sviluppare incredibili abilità sociali che mi hanno permesso di fare amicizia facilmente. Ho imparato a conoscere meglio me stessa ed a diventare più indipendente. Il grande vantaggio di questa esperienza è stato quello di decidere liberamente, senza sentirmi ostacolata o giudicata da qualcun altro. Ho iniziato a discernere quali sono i valori nei quali credo veramente e quali invece fanno parte della società in cui sono cresciuta.

10. Fare un’esperienza all’estero ti aiuta molto anche ad apprezzare di più quello che hai “lasciato”;

ho iniziato, infatti, a dare maggiore importanza anche ai piccoli “dettagli” della mia vita su cui non mi ero mai soffermata, come per esempio, le bellezze della mia città, la bontà del cibo del mio Paese, la dolce melodia della mia lingua natia…

Il giorno che ho deciso di iniziare una nuova avventura a Liverpool non credevo di intraprendere un percorso fantastico che mi ha insegnato tanto. La persona che è partita con tanti timori ed insicurezze ha lasciato il posto ad un’altra IO.

Consiglio un’esperienza all’estero a tutti coloro che oltre che imparare una nuova lingua, vogliono sfidare se stessi e riscoprirsi più forti e sicuri di ciò che credevano.

Vorresti anche tu vivere un’esperienza simile? Scrivici

E-mail:
CALL NOW